Esiste un ambiente della casa dove l’ordine e l’organizzazione devono essere essenziali, al fine di ridurre gli sprechi di tempo ed ottimizzare al massimo le attività che vi si svolgono: naturalmente stiamo parlando della cucina. Si pensi a quale caos vi troveremmo, se conservassimo tutti gli alimenti in modo disordinato. Per preparare un semplice piatto di pasta per una cena con degli amici, saremmo costretti a perdere tempo nella ricerca dei singoli ingredienti, magari anche senza riuscire ad ottenere il risultato sperato.

Per evitare anche situazioni di questo genere, è indispensabile conservare bene ed in modo semplice tutte gli elementi funzionali alle nostre attività in cucina. Ma come organizzare la dispensa in cucina in modo ottimale? Quali accorgimenti ci permettono di facilitare la conservazione di un prodotto o di poterlo trovare pronto all’uso, in caso di necessità? Cerchiamo di suggerire qualche buona idea che possa favorire il lavoro in cucina e possa inoltre far risparmiare tempo prezioso.

Semplici ma indispensabili regole su come organizzare la dispensa in cucina

Innanzitutto, bisogna sistemare e riporre gli attrezzi da cucina e gli alimenti acquistati in maniera organizzata e logica. Difatti, un’ottima organizzazione da questo punto di vista evita degli sprechi e aiuta ad avere tutto l’occorrente per le nostre attività ed anche immediatamente a portata di mano. Sia che si possegga una cucina ampia oppure piccola, è importante che una dispensa ben organizzata sia suddivisa per tipologie di prodotti, per favorirne l’individuazione e l’eventuale uso.

Di conseguenza, ad esempio, i prodotti a lunga scadenza vanno separati da quelli appena aperti, i quali andranno richiusi con cura (magari con pinze o laccetti) e poi andranno suddivisi gli alimenti freschi da quelli a lunga conservazione. Naturalmente ogni mese, o comunque periodicamente, bisogna sempre verificare che non vi siano prodotti scaduti o deteriorati. In questo modo si eviteranno gli sprechi e, al tempo stesso, si avrà una dispensa sempre pulita e priva della presenza anche di eventuali insetti.

Pulizia ed ordine, elementi indispensabili per l’organizzazione della dispensa in cucina

Un’ottima sistemazione della dispensa inizia con un’accurata pulizia di questa. Basta passare un panno impregnato con acqua ed aceto sui singoli scaffali, ripiani o all’interno dei cassetti e poi man mano riporvi i singoli prodotti, controllandone la scadenza. Si dovranno inserire quelli a breve termine al di sopra (e quindi a maggior portata di mano) di quelli con scadenza lunga. Poi, nei ripiani più bassi andranno posti i prodotti più pesanti e maggiormente usati, mentre quelli più leggeri e meno usati vanno sugli scaffali più alti.

Per quanto riguarda la conservazione di spezie, la dispensa rappresenta uno dei luoghi ideali, in quanto queste devono essere tenute lontane da luce e calore. Per quanto riguarda invece olio ed aceto, si potranno riporre negli stessi spazi, purché siano freschi. Per quanto concerne la farina, pasta ed il riso, è possibile mantenerli nelle loro confezioni oppure, per evitare eventuali presenze di farfalline, si conservino in barattoli di vetro o plastica, ben chiusi ermeticamente e con indicazioni di scadenza e minuti di cottura.

Per organizzare la dispensa in cucina e conservare bene i prodotti, si possono usare anche degli utilissimi contenitori o barattoli di latta (se ne trovano facilmente e di differenti dimensioni in vari negozi), in cui poter inserire ad esempio biscotti, zollette di zucchero, caffè o fette biscottate aperte. Questo genere di contenitori, infatti, favorisce generalmente un’ottima e duratura conservazione di tali alimenti, mantenendoli al contempo lontani dalla luce.

Per facilitare inoltre l’individuazione del prodotto contenuto in ciascun barattolo o contenitore, vi si possono applicare delle pratiche etichette adesive. Questo, poi, eviterà di fare errori e confondere prodotti simili, come ad esempio sale e zucchero. Per quanto riguarda invece gli utensili della cucina, si possono inserire nella parte alta della dispensa quelli che si utilizzano poco oppure siano maggiormente ingombranti, in modo da avere più spazio libero disponibile nella cucina stessa.

Organizzare la dispensa in cucina e tenerne lontani gli insetti

Nel caso ci fossero problemi di tarme, all’interno della dispensa della cucina si possono inserire dei sacchetti “fai da te”, mettendo all’interno di vecchi pezzi di collant dei fiori di garofano o di alloro. Per poter mantenere lontani altri tipi di insetti, si può anche preparare un composto di farina e acido borico (in una proporzione di 1 a 3) e poi inserirla in un contenitore da poggiare in uno spazio lontano della dispensa stessa, magari anche proprio in fondo a questa.

Una certa diffusione hanno visto anche le cosiddette trappole ai feromoni, che tendono ad evitare la presenza di vari insetti in una dispensa e nei singoli cassetti. Una volta acquistate, esse andranno poste all’interno o al di fuori della dispensa appunto, ma comunque sempre in modo che siano lontane dalla luce o da eventuali correnti d’aria. Il funzionamento delle trappole ai feromoni è semplice: una volta posizionate, basta toglierne la pellicola protettiva e questa, nel corso del tempo, attirerà e imprigionerà gli insetti indesiderati.

Per evitare la presenza di questi ultimi, quindi, è necessario pulire la dispensa periodicamente; verificare la scadenza o lo stato di conservazione dei vari prodotti in maniera costante e richiudere bene ciascun contenitore, una volta usato il prodotto in esso contenuto. Se nonostante tali accortezze, vi sia comunque la presenza di alcuni insetti, allora è possibile fare ricorso alle tecniche e a prodotti naturali a cui abbiamo accennato in precedenza. Naturalmente, è da evitare l’uso di qualsiasi prodotto nocivo per la salute.

Come abbiamo visto, organizzare la dispensa della cucina per riporvi e conservare diversi prodotti alimentari od utensili necessari per la preparazione dei piatti non risulta particolarmente difficile. Tuttavia bisogna organizzarsi in modo accurato, verificare periodicamente lo stato di conservazione dei diversi prodotti e mantenere pulito ogni scaffale o cassetto della dispensa stessa.